Fine anno: è tempo di bilanci! Alcuni in rosso, ma anche qualcuno positivo!

di Walter Nardone, Referente regionale per la Comunicazione

 

Carissimi Colleghi,

con l’approssimarsi del 31 dicembre, si cominciano a tirare le somme sulle attività svolte o che comunque interessano la nostra categoria professionale.

Cominciamo da ciò che è accaduto in Campania: nelle ultime settimane la nostra regione, come molti di voi sapranno, ha terminato, dopo un travagliato iter, le istruttorie dei Progetti Integrati Giovani a livello provinciale, mentre, per la misura 4.1.1, dopo le richieste di revisione della graduatoria provvisoria pubblicata ai principi di agosto, sembra proprio che sarà necessario pubblicare le graduatorie provinciali revisionate per poi giungere a quella regionale dopo i riesami!

Un bilancio dei PSR strutturali davvero negativo per le aziende agricole in primis e per tutti coloro che vi ruotano attorno: dal mondo delle professioni a quello delle organizzazioni professionali! L’unico auspicio è che si possa arrivare ad una soluzione per cercare di spendere i fondi europei senza entrare in un ginepraio di ricorsi che porterebbero al completo fallimento!

Bisogna essere coscienti che la dotazione finanziaria stanziata per le misure che interessano direttamente le aziende potrà soddisfare una percentuale bassissima di progetti presentati nonostante le notevoli aspettative del settore: su 933 progetti della 4.1.1 e 2279 Progetti Integrati Giovani, misure con dotazioni finanziarie, rispettivamente, di 64 milioni di euro e 140 milioni, solo il 25% delle domande, mediamente, potrebbero essere finanziate!

L’invito che rivolgiamo ai nostri governanti regionali è, dunque, che reperiscano altri fondi per cercare di finanziare il più alto numero di progetti possibile ed, in particolare, quelli presentati dai giovani insediati che, nella maggior parte dei casi, rappresentano il futuro del settore primario della Campania!

Nota sicuramente positiva, almeno per evitare future decurtazioni di fondi comunitari, è il quasi certo raggiungimento del tetto di spesa programmato ed il conseguente mancato rischio di disimpegno!

Cambiando completamente scenario, si approssima, ormai, la scadenza della verifica della regolarità formativa. Nonostante gli enormi sforzi messi in campo dagli Ordini territoriali e dalla Federazione, anche tramite il portale della Formazione, ancora sono diversi i colleghi che non sono in regola! Tale incresciosa situazione, porterà, purtroppo, a delle conseguenze poco simpatiche per gli inadempienti, con l’attivazione dei Consigli di Disciplina! L’invito è, quindi, di adoperarsi cercando di partecipare agli eventi che verranno organizzati da qui alla fine dell’anno.

Ed ora consentitemi un plauso ai numerosi colleghi della Campania che hanno partecipato alla tre giorni materana. Il XVII Congresso dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali ha visto una larga partecipazione di colleghi provenienti da tutta Italia, ma, sicuramente, la nutrita rappresentanza campana non è passata inosservata! L’importanza dei temi trattati ha confermato la centralità della nostra professione nell’orientare la vita economica, sociale ed ambientale del nostro pianeta verso uno sviluppo sostenibile!

Per ultimo, in ordine di tempo, ma sicuramente non per importanza, vorrei sottolineare il risultato raggiunto dal nostro Ente di previdenza circa l’attribuzione sui montanti individuali dei professionisti degli extra-rendimenti per l’anno 2017. I nostri rappresentanti in seno all’EPAP hanno lavorato sodo per ottenere questo successo così importante che va a sommarsi a quello ottenuto per gli anni 2013-2016.

Spero vivamente che tale fatto possa essere di buon auspicio per tutte le sfide che la nostra categoria dovrà affrontare nell’immediato futuro!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi